Acquista online la tua visita all'Orrido e alla Ca' del Diavol
– BELLANO –

In rilievo questo mese:
Eventi Marzo

EVENTI MARZO Venerdì 1 e sabato 2 ore 21, domenica 3 ore 17 e 21:00 – Cinema di Bellano Proiezione film “Dune – parte 2”   Da lunedì 4, tutti i lunedì e i mercoledì dalle 20 alle 21:00 – Ritrovo in Piazza T. Grossi Gruppi di cammino   Martedì 5 ore 20:30 – Palasole […]

– BELLANO –

Ultime Notizie

Eventi Marzo

EVENTI MARZO Venerdì 1 e sabato 2 ore 21, domenica 3 ore 17 e 21:00 – Cinema di Bellano Proiezione film “Dune – parte 2”   Da lunedì 4, tutti i lunedì e i mercoledì dalle 20 alle 21:00 – Ritrovo in Piazza T. Grossi Gruppi di cammino   Martedì 5 ore 20:30 – Palasole […]

Continua a leggere...

Eventi Gennaio

EVENTI GENNAIO Fino al 7 gennaio – Spazio Circolo Via Manzoni 50 Mostra “Volti. La Pittura italiana di ritratto nel XX secolo”   Fino al 6 gennaio – Per le vie del Paese Contest Fotografico Natalizio   Fino al 4 gennaio dalle 17:00 alle 19:00 – Scalinata per l’Orrido Mercatino dei libri   Lunedì 1° […]

Continua a leggere...

Eventi Natale 2023

Si alza il sipario sul calendario di eventi natalizi preparato dal Comune di Bellano, in collaborazione con le associazioni bellanesi. A inaugurare in grande stile il programma natalizio sarà l’avvio della terza edizione di “Orrido Magic Christmas Light” con l’accensione delle luci all’Orrido e in paese alle 16.30 di sabato 2 dicembre. Il tutto abbinato […]

Continua a leggere...

BELLANO – 100 Scatti che Raccontano un Paese

BELLANO - 100 SCATTI CHE RACCONTANO UN PAESE 100 scatti d'Autore, realizzati da Carlo Borlenghi, che raccontano un paese, con i suoi panorami, le sue tradizioni e i suoi luoghi simbolo. 100 cartoline in distribuzione gratuita presso esercizi commerciali, uffici pubblici, artigiani e professionisti Bellanesi, che con questa iniziativa hanno sostenuto l'organizzazione della Pesa Vegia [...]

Continua a leggere...

Servizi

– BELLANO –

Bellano con gli occhi di Andrea Vitali

Paese grosso, importante, popoloso, denso di traffici. Negozi da perderci il conto, osterie pure. Un porto che, gli avevano raccontato, non avrebbe sfigurato sulle rive di qualche mare e che era un andirivieni continuo di comballi che andavano su da Como o di barcarozzi che venivano giù dall’alto lago scaricando merci che poi da lì partivano alla volta delle valli che stavano alle spalle del paese. C’era tutto. Una pretura, dalla quale era meglio stare alla larga, e un ospedale che avrebbe servito la popolazione di mezzo lago e dei paesi di montagna.
Alberghi di lusso, in uno dei quali gli avevano raccontato che avesse dormito Garibaldi, e locande anche per il popolino. E non era mica finita lì, perché oltre a tutto quel movimento, c’era anche un santuario sulla montagna, dedicato alla Madonna che aveva pianto lacrime di sangue ai tempi di Carlo Codega, che richiamava frotte di pellegrini anche dai Grigioni. Insomma, un posto vivace dove la moneta circolava e la gente però non aveva in testa il solo lavoro.
Forse che non c’erano anche due filodrammatiche?
Un teatro dove passavano le compagnie di giro di mezza Lombardia?
E delle osterie, l’aveva detto che erano ben diciassette, se era chiaro quello che voleva intendere?
Una bocciofila.
Un campo di calcio.
Un circolo vela affiliato a quello di Como. Vita, insomma.

Andrea Vitali
Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti

Iscriviti alla Newsletter