Roberto Gianola
- personaggi illustri -

Roberto Gianola

Roberto Gianola nato a Lecco il 04 febbraio del 1974 è attualmente considerato uno dei più giovani ed interessanti Direttori della nuova generazione.

A soli 34 anni debutta nella prestigiosa Carnegie Hall di New York dove ha diretto nel gennaio 2009 con grande successo nella Sala Grande.

Intraprende in poco tempo importanti collaborazioni con orchestre in tutto il mondo che lo invitano ripetutamente a dirigere in Usa, Russia, Messico, Austria, Francia, Turchia, Germania, Spagna, Polonia, Portogallo, Ungheria, Repubblica Ceca, Ucraina, Bulgaria, Serbia, Romania, Brasile, Venezuela, Grecia, Egitto e negli Emirati Arabi.

Attualmente è Direttore Stabile presso il Teatro dell’Opera di Istanbul dove ha debuttato nel febbraio 2015 con grande successo dirigendo I Racconti di Hoffmann (Offenbach) e dove è stato protagonista per tutto il triennio 2015/2018 nel repertorio lirico, di balletto e sinfonico. Ha infatti inaugurato la stagione di Balletto dirigendo Sylvia di L.Delibes , Lo Schiaccianoci e La Bella Addormentata di Tchaikovsky e Faust di Gounod, Traviata, Ernani, Don Pasquale per l’opera.

Ha già diretto oltre 50 differenti orchestre in tutto il mondo.

Ha già diretto oltre 50 differenti orchestre in tutto il mondo tra le quali la New England Symphony a New York, la Washington University Symphony Orchestra negli Stati Uniti, l’Orchestra State of Paranà in Brasile, l’Orchestra del Estado de Mexico, l’Orchestra de Guanajuato e l’Orchestra de Belles Artes in Mexico, l’Orchestra Sinfonica di Krasnoyarsk in Russia, l’Orchestra del la Region de Murcia in Spagna, l’Orchestra di Klaghenfurt in Austria, la North Czech Philarmonic a Praga, l’Orchestra Sinfonica di Karkov in Ucraina, la Filarmonica Enescu   di Bucarest, la Jefferson Symphony Orchestra di New Orleans e la Riverside Orchestra negli Stati Uniti, l’Orchestra di Tenerife, l’Orchestra di Bratislava, l’Orchestra Sinfonica di Stato di Istanbul in Turchia, l’Orchestra Sinfonica di Maracaibo in Venezuela, l’Orchestra de Cascais in Portogallo, l’Orchestra Sinfonica di Novi Sad in Serbia e, in Italia, l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, l’Orchestra Sinfonica Siciliana di Palermo, l’Orchestra Filarmonica Italiana di Piacenza, l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, l’Orchestra della Magna Grecia di Taranto, l’Orchestra della Provincia di Bari e l’Orchestra Sinfonica di Sanremo.

Specializzato nell’opera lirica, dirige in numerose repliche tutte le opere tradizionali: Traviata, Nabucco, Rigoletto, Trovatore, Aida, Simon Boccanegra, Falstaff, Otello, Ernani, Madama Butterfly, Tosca, Boheme, Manon Lescaut, Turandot, Le Nozze di Figaro, Don Giovanni, Cavalleria Rusticana, Pagliacci, Adriana Lecouvreur, Barbiere di Siviglia, Carmen, Don Pasquale, Elisir d’amore, Lucia di Lammermoore, Norma e Cenerentola.

Roberto Gianola

Da ricordare è anche il grande successo ottenuto a Seul dove ha diretto Traviata nel Seul Arts Center con il Soprano Mariella Devia.

Nel 2009 è stato invitato dall’Ambasciata Italiana di Manama (Regno del Bahrein-Emirati Arabi) per dirigere un concerto lirico nell’ambito del Festival Italiano.

Nel 2013 partecipa alla produzione di Nabucco all’Opera di Pechino con Placido Domingo ed è stato Assistente del M° Chung nella preparazione del Requiem di Verdi all’Arena di Verona e in coproduzione con l’Orchestra della Fenice di Venezia. A settembre dello stesso anno dirige, con grande successo, un concerto lirico al Lincoln Center di New York. Nel 2014 ha debuttato nella stagione lirica dell’Arena di Verona dirigendo “La Vedova Allegra” al Teatro Filarmonico.

Nel marzo 2015 ottiene un prestigioso riconoscimento come Direttore d’Orchestra al Teatro Regio di Parma dove è stato premiato con il Grand Prix dell’Opera 2015 (Categoria Direttori d’Orchestra). Nello stesso anno torna a Pechino (NCPA) per la produzione di Andrea Chenier. Il 2015 lo ha visto anche debuttare con successo al Teatro Lirico di Cagliari con Carmen e Tosca. Lo stesso teatro lo ha invitato nuovamente per un concerto sinfonico con l’esecuzione della Sinfonia n.7 di Beethoven.

Apprezzato anche nel campo sinfonico, ha diretto in Messico il “Mandarino meraviglioso”, il Concerto per Orchestra di Bartok e la 5° Sinfonia di Malher; in Russia le Fontane Romane di Respighi; in Brasile la Sinfonia n.4 di Tchaikowsky e l’ 8° di Dvorak; in Ungheria I Pini di Roma di Respighi e la Sinfonia n.9 di Beethoven; in Repubblica Ceca la Sinfonia n.9 di Dvorak ed altri capolavori dell’ 800.

Il mese di novembre 2016 debutta con successo nella Sala Dorata (Golden Hall) del Musikverein di Vienna e dirige un concerto a Macao (Cina) nella stagione sinfonica dell’Orchestra. Nel 2017, tra gli altri, debutta all’Opera di Hong Kong con Barbiere di Siviglia e al Teatro di Basilea con Nabucco.

Nel 2018 ha debuttato in Giappone (coproduzione con il Teatro Verdi di Trieste), dirigendo Lucia di Lammermoore, con l’Orchestra del Maggio Fiorentino nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano e con i Virtuosi del Teatro alla Scala di Milano (Fabrizio Meloni solista).

Nel 2019 dirige concerti in Spagna, Polonia, Turchia e debutta al Teatro Verdi di Trieste con Bastiano e Bastiana di Mozart.

Roberto Gianola ha inciso anche il CD Stradivarius con l’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” di Milano e un CD per la rivista “Amadeus” con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo e musiche di Respighi distribuito in tutta Italia.

Iscriviti alla Newsletter

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Per saperne di più sulle pratiche di privacy di Mailchimp qui.