Alpeggi

Molti degli insediamenti che si trovano alle quote più elevate del Monte Muggio erano, e in parte lo sono tuttora, alpeggi comunali.

Camaggiore, Sett, Busè, Tedoldo, Dolca e Chiaro erano i luoghi in cui le vacche venivano avviate per trascorrere l’estate al pascolo, in cui i prati rappresentavano la principale fonte per l’alimentazione estiva del bestiame locale e in piccola parte prevedevano la monticazione di bestiame forestiero.

Agli inizi del novecento, essendo Sett inglobato a Busè e Dolca a Chiaro, si contavano quattro alpeggi, mentre al giorno d’oggi se ne contano tre ancora in attività: Camaggiore, Tedoldo e Chiaro. In questi ultimi, oltre al bestiame e al personale che li accudisce nelle casere ristrutturate, è forte la presenza di villeggianti e turisti innamorati dell’atmosfera rurale d’altri tempi, degli splendidi luoghi che la montagna offre e dei panorami mozzafiato sul Lago di Como, e che hanno deciso di trasformare le numerose baite in seconde case.

Tedoldo

L’Alpe Tedoldo è posta ad una altitudine compresa tra i 1200 e i 1450 m s.l.m. e rappresenta una tradizionale meta per le numerose escursioni nella Muggiasca: dall’anello degli Alpeggi alla salita per Giumello e la cima del Monte Croce di Muggio. Oltre che agli itinerari a piedi, è possibile raggiungere l’alpeggio grazie alla strada agro-silvo-pastorale regolamentata da apposito pass.

Tra le piccole baite che ne costituiscono il nucleo abitato posto a monte di un grande prato con vista mozzafiato sul Lago, spiccano due costruzioni che già agli inizi del ‘900 erano utilizzate per la villeggiatura estiva.

La festa dell’alpeggio si celebra la seconda domenica di agosto

La festa dell’alpeggio si celebra la seconda domenica di agosto, e coincide con quella degli Alpini che possiedono anch’essi una baita e curano la chiesetta, posta a monte dell’abitato, a memoria dei Caduti per la Patria.

Camaggiore

La leggenda dei fratelli eremiti rivive ogni anno la prima domenica di agosto.

L’Alpe di Camaggiore è posta ad una altitudine compresa tra i 1150 e i 1650 m s.l.m. e viene definita “La Perla della Muggiasca”. Grazie alla sua posizione in massima parte sul versante nord-ovest del Muggio dove il crinale lascia posto ad un ampio pianoro, infatti, offre panorami mozzafiato sul Lago di Lugano, sul Legnone e sul Legnoncino e uno dei più esclusivi sul Lago di Como grazie alla sua posizione a picco sullo specchio d’acqua. Il punto più panoramico è rappresentato dalla terrazza ai piedi della chiesa di San Girolamo, legata alla leggenda dei fratelli eremiti, dove sorge la croce in ferro eretta in onore dei Caduti, il cui ricordo rivive ogni anno la prima domenica di agosto.

Il territorio dell’alpeggio comprende due nuclei di baite: a quota più bassa Camaggiore vero e proprio, ormai in completo abbandono e rovina, e Stalle di Camaggiore che, grazie agli interventi di recupero degli edifici trasformati da rurali a case, conserva il carattere semplice e rustico di questo tipo di insediamenti.

Camaggiore è attraversato da numerosi sentieri cha dalle frazioni più costiere di Bellano risalgono il Muggio fino alla sua cima o dal meno impegnativo Anello del Monte Muggio che consente di fare un giro completo in quota passando per Giumello e l’alpeggio di Chiaro. Oltre a questo, è possibile raggiungere Camaggiore grazie alla strada agro-silvo-pastorale regolamentata da apposito pass.

Chiaro

L’alpe Chiaro è posta ad una altitudine compresa tra i 1350 e i 1750 m s.l.m. ed è posizionata in massima parte sul versante sud del Muggio, da cui si gode una vista privilegiata sulla Valsassina, la Grigna, il Lario e fino al Monte Rosa.

Come negli altri alpeggi, anche a Chiaro si trovano numerose cascine-stalle che un tempo appartenevano ai soci di società di comunisti a cui era affidata l’alpe in affitto.

Questo è l’alpeggio più piccolo e il nucleo è composto da modeste costruzioni raggruppate, originariamente dotate di copertura in paglia, oggi trasformate in case di villeggiatura.

La festa dell’alpeggio è il 14 agosto.

Grazie alla vicinanza con l’Alpe Giumello, comodamente raggiungibile con la strada carrozzabile, Chiaro si propone come meta per chi, senza troppa fatica, vuole godere di impagabili panorami e tornare a casa con prodotti di casera freschi o stagionati.

Oltre che con la strada, Chiaro è raggiungibile a piedi dai sentieri che risalgono il Muggio dal Lago alla Vetta passando per gli altri due alpeggi posti più a valle.

Iscriviti alla Newsletter

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Per saperne di più sulle pratiche di privacy di Mailchimp qui.